RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: COSA ACCADE SE MANCA LA COMUNICAZIONE ALL'ENEA

Come ormai abbiamo ribadito più volte nei nostri articoli, per quanto riguarda gli interventi edilizi e tecnologici che comportano risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili, l’ottenimento delle detrazioni fiscali per ristrutturazione edilizia, dallo scorso anno, è subordinato all’invio di una dichiarazione all’ENEA, contenente i dati relativi alle opere svolte, il cui onere spetta al committente. Questi, in molti casi, si avvale del supporto dell’installatore stesso o di un progettista, ma nulla vieta che si occupi personalmente della pratica.


Tuttavia può capitare che per dimenticanza, per ignoranza della legge o per mille motivi la dichiarazione non venga inviata all’ENEA. Cosa accade in questi casi? Si perde il diritto alla detrazione fiscale o c’è un modo per ottenerla ugualmente, magari pagando una piccola sanzione?

Leggi tutto: RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE: COSA ACCADE SE MANCA LA...