imagesCONSULENZE ON-LINE

HELP DESK

RISERVATO UTENTI GOLD & SILVER

Professional Team

IL CODICE lidraulico secondo noi

ETICO

LA REGOLE DI
UN INSTALLATORE
PROFESSIONAL TEAM

Bollini Installatore certificato videoCERCHI

L' IDRAULICO?

TROVA L'INSTALLATORE
IDRAULICO QUALIFICATO
SUL TUO TERRITORIO

RICHIEDI UNAcontatti

CONSULENZA

VALUTA SENZA IMPEGNO
LA SOLUZIONE IMPIANTISTICA
PROFESSIONAL TEAM

F-GAS: IN ARRIVO IL NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO

F-GAS: IN ARRIVO IL NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO

I lavori per la stesura del nuovo decreto F-GAS che attua, sul territorio italiano, il...

SARA' QUESTO IL FUTURO DEL CONDIZIONAMENTO?

SARA' QUESTO IL FUTURO DEL CONDIZIONAMENTO?

  Mentre tutte le istituzioni, oltre al comune rispetto per l’ambiente, spingono verso...

COME SMALTIRE UN CONDIZIONATORE?

COME SMALTIRE UN CONDIZIONATORE?

Dopo una salita c’è sempre una discesa, recita un vecchio motto. Dopo una nuova installazione...

  • F-GAS: IN ARRIVO IL NUOVO REGOLAMENTO ATTUATIVO

    F-GAS: IN ARRIVO IL NUOVO REGOLAMENTO...

    Mercoledì, 14 Novembre 2018 09:37
  • SARA' QUESTO IL FUTURO DEL CONDIZIONAMENTO?

    SARA' QUESTO IL FUTURO DEL...

    Mercoledì, 21 Novembre 2018 13:43
  • COME SMALTIRE UN CONDIZIONATORE?

    COME SMALTIRE UN CONDIZIONATORE?

    Mercoledì, 28 Novembre 2018 16:16

climatizzazione invernale


Il DPR 43/2012, che attua il Regolamento CE 842/2006, impone l’obbligo di certificazione a persone ed imprese che eseguono operazioni di installazione, manutenzione, riparazione o controllo delle perdite sugli impianti contenenti f-gas. Si tratta di un obbligo di carattere ambientale, il cui obbiettivo, grazie alla formazione ed alla verifica delle competenze, è quello di prevenire inutili e dannosi dispersioni di queste sostanze nell’atmosfera, cosa che andrebbe ad aggravare ulteriormente il già preoccupante problema legato all’effetto serra ed ai conseguenti sconvolgimenti climatici.


E, bisogna prenderne atto, moltissimi degli operatori del settore hanno preso quest’obbligo molto seriamente: secondo i dati pubblicati da Unioncamere-Ecocerved, al 30 giugno 2017 risultavano regolarmente certificate quasi 59.000 persone ed oltre 25.000 imprese. Molte altre imprese hanno invece scelto di percorrere una strada diversa, preferendo non perseguire la certificazione, ma scegliendo di appaltare eventuali lavori all’esterno. Due strade diverse, entrambe lecite, e che risultano più che in linea con gli obbiettivi del Regolamento.


Sfortunatamente, come spesso accade, non è però troppo difficle trovare dei furbetti che, in barba a norme e decreti, continuano ad operare nel settore senza prima aver ottenuto la relativa certificazione. Queste persone, si tratti di “dopolavoristi” o aziende vere e proprie, si trovano a competere con le altre che, per conseguire il certificato, hanno dovuto sottoporsi ad un percorso lungo ed oneroso, sia dal punto di vista burocratico che da quello economico. Una concorrenza non proprio leale e corretta.


Come frenare questo fenomeno?


Sebbene le soluzioni proposte in passato siano state molte, nessuna, per un motivo o per un altro, ha finora dato i frutti sperati. Avrà forse maggiore successo l’idea di un gruppo di parlamentari, guidati dall’On. Maria Chiara Gadda e spalleggiati da tutte le associazioni di categoria.
Negli scorsi giorni, la deputata ha infatti presentato un emendamento alla Legge di Bilancio 2018 che, se approvato, obbligherebbe chi richiede le detrazioni fiscali per interventi di efficienza energetica (65%) e di ristrutturazione edilizia (50%) che prevedono l'installazione di apparecchiature ed impianti contenenti gas fluorurati, a dimostrare, allegando alla documentazione prevista copia del certificato aziendale f-gas della ditta che ha eseguito i lavori.


Questo renderà evidente il rispetto della legge nell’accesso ad incentivi pubblici e favorirà tutti coloro che si sono messi in regola e che devono quindi essere tutelati.


Non resta quindi che sperare nell’approvazione di questo emendamento: un gradito regalo sotto l’albero a tutti coloro che lavorano nel rispetto delle leggi e delle regole e che potranno in questo modo veder ripagata la loro scelta.


Professional Team

        SEGUICI SU

facebookyouTube

CLICCA SULLE ICONE PER CONSULTARE LE NEWS IN ARCHIVIO

rinnovabilinormativeil-paesescrivania